Natura e mare blu incontaminato sono gli ingredienti che offre la Costa degli Etruschi, un litorale che si estende per oltre 90 km e che riesce ad accontentare chiunque per la varietà delle spiagge.

Infatti il viaggiatore può scegliere tra spiagge di sabbia bianca e fine adatte soprattutto alle famiglie con bambini, insenature di ghiaia meno affollate dove poter stare in relax fino ad arrivare alle suggestive coste rocciose adatte soprattutto a chi ama la pesca e le immersioni.

Il viaggiatore può scegliere tra spiagge libere ad accesso gratuito ed organizzate nei servizi essenziali, oppure tra spiagge con la presenza di stabilimenti balneari dotati di ogni comfort.
I fondali sono ricchi di una flora e di una fauna che continuano a richiamare appassionati da tutto il mondo.

 

 

Golfo di Baratti

Il Golfo di Baratti, è una perla della Costa degli Etruschi, che si apre all’estremità sud-orientale del mar ligure e si pone all’estremità settentrionale del Comune di Piombino. Questo tratto del litorale toscano in passato fu la sede di uno dei più importanti insediamenti della civiltà degli etruschi. Sul promontorio che domina il Golfo si erge infatti Populonia ,antica città etrusca di notevole importanza. Porto etrusco e poi romano, Baratti fu un attivo luogo di scambio di merci e di lavorazione del ferro e fu l’unica città costruita sul mare dagli Etruschi. Oggi invece è presente un piccolo porticciolo turistico dove è possibile affittare imbarcazioni, prenotare gite in barca o con il taxi marino . Qui sono inoltre praticabili tutti gli sport marini, grazie anche alle scuole di vela, di surf, di sub, che sono presenti.

Il paesaggio è incontaminato ed il viaggiatore si ritrova a contemplare un panorama da cartolina. Non si trovano centri commerciali o negozi ma solo un piccolo molo, un agglomerato di poche case , qualche ristorantino e soprattutto natura e uno spettacolare mare. Il golfo, con la spiaggia libera e due soli stabilimenti balneari, ha alle spalle la profumata macchia mediterranea e una bellissima pineta di pini secolari che offre ombra sia per pranzare che riposare nelle calde giornate estive .Sono diverse le soluzioni per pranzare, dai ristoranti ai piccoli chioschi. Da non perdere l’aperitivo al tramonto al Bagno Baratti.

L’ampia spiaggia del Golfo di Baratti è deliziosa ed è composta da sabbia finissima molto particolare, di colore marrone scuro e con dei frammenti neri, probabili residui della lavorazione del ferro, presente in questa zona e già praticata al tempo degli Etruschi. Sotto i raggi del sole i magici riflessi di questa componente ferrosa le dona un aspetto suggestivo. L’acqua dal colore cristallino e il fondale basso rendono questa spiaggia luogo ideale per le famiglie con bambini.
Baratti è l’ideale anche per gli amanti dell’escursionismo: camminando per i sentieri si possono raggiungere meravigliose baie dal mare dai colori indescrivibili.
Una da non perdere è la “Buca delle Fate”, raggiungibile a piedi attraverso un sentiero fra bosco e scogliera che inizia dal piazzale del Reciso, sulla strada che porta in alto al borgo di Populonia. La suggestiva baia è costituita da grandi ciottoli e scogli interessanti per la sua conformazione geologica. Non è provvista di servizi ed è ancora incontaminata.

 

 

Spiaggia del Pozzino

Dalla Casa Vacanze è facile raggiungere questa piccola baia attraverso il viale alberato di cipressi che va verso la villa del Barone. Da qui c’è un sentiero che permette di ammirare il tratto roccioso di costa in un paesaggio dai colori e dai profumi intensi; verdi cespugli di macchia mediterranea che nelle stagioni primaverili diventano un tripudio di colori. Alla fine del sentiero, di facile percorribilità, si arriva ad una vecchia fonte di acqua dolce (utilizzata in precedenza come abbeveratoio per il bestiame) che defluisce direttamente al mare.
La piccolissima spiaggia è un misto tra sabbia scura e ciottoli, offre tranquillità in quanto poco conosciuta e un’acqua limpidissima adatta per praticare lo snorkeling.

 

 

Spiaggia di Torre Nuova e La Torraccia

La spiaggia più vicina alla nostra struttura è la spiaggia di Torre Nuova anche comunemente definita dello Stellino che prende il nome dallo scoglio poco distante dalla riva noto nella zona per la sua concentrazione ittica. Qui è presente un piccolo circolo nautico con un porticciolo ed i resti di un antico retone di pescatori.

La spiaggia, di sabbia più grossolana, è molto selvaggia e priva di attrezzature , ideale per chi non ama le spiagge affollate. La si consiglia quando soffia il vento di scirocco per ammirare il mare in tutte le sue sfumature di blu. Proseguendo in direzione San Vincenzo si raggiunge la spiaggia della Torraccia.

Il nome deriva dalla struttura  di avvistamento che rimane a destra sulla strada, ricordo dell’anello di torri che salvaguardava la Val di Cornia a partire dal XVII secolo. E’ presente qui un punto ristoro ed un noleggio di ombrelloni e sdraio .

 

 

Spiaggia di Rimigliano

La spiaggia di Rimigliano si trova all’interno dell’omonimo parco nel Comune di San Vincenzo nella parte meridionale, al confine con i Comuni di Piombino e Campiglia Marittima.

La spiaggia si estende per diversi chilometri fino a San Vincenzo. Il parco offre dei paesaggi mozzafiato: spiaggia selvaggia, dune di sabbia, macchia mediterranea, boschi di lecci e pini ed all’orizzonte le sagome delle isole dell’Arcipelago toscano. La spiaggia è formata di soffice sabbia dorata ed è caratterizzata da un litorale molto ampio e lungo oltre 6 chilometri. La spiaggia anche se libera è attrezzata con docce e servizi igienici pubblici dislocati in alcuni punti strategici. Il mare è molto bello e specialmente nelle giornate in cui soffia il vento di scirocco ha dei colori cristallini e limpidi. I fondali sono sabbiosi, ideali per nuotare e fare il bagno.

Alle spalle della spiaggia si trova una meravigliosa pineta ricca di percorsi per passeggiate a piedi, in bicicletta o a cavallo dove è possibile anche fare dei pc-nic.
Da segnalare come luogo di ristoro e ritrovo tra i più giovani e non il Lago Verde in corrispondenza dell’entrata 4 . Si tratta di un bar ristoro che svolge anche la funzione di punto informativo per la spiaggia libera ed è possibile noleggiare gli ombrelloni e le sdraio per mezza o l’intera giornata. Al calar del sole il Lago Verde cambia veste e si trasforma in un locale a cielo aperto con concerti ed eventi musicali.

 

 

Le spiagge del Parco Costiero della Sterpaia

Il Parco costiero della Sterpaia è una preziosa foresta umida situata nell’ampio golfo tra Piombino e Follonica e si estende lungo circa 10 chilometri di splendide spiagge che si affacciano su un mare azzurro e inserite in un habitat naturale prezioso. Le strade che portano agli accessi al parco e alle spiagge si diramano dalla strada che collega Piombino e Follonica ed è presente un articolato sistema di parcheggi che permette un accesso regolamentato alle molte spiagge della costa.

Le spiagge, di soffice sabbia bianca , sono tutte incantevoli e sono caratterizzate da un litorale ampio e lungo orlato da dune e da una tenace vegetazione . Alcune dune più estese ospitano lembi di pineta costiera dove è piacevole godersi un po’ di fresco nelle afose giornate estive . Qui all’ombra dei pini è possibile trovare vari punti di ristoro con tavoli e panche in legno per ottimi pic-nic o per le pennichelle dopo il pranzo.
La spiaggia è ottimamente valorizzata e coniuga la fruizione pubblica al rispetto della natura con la presenza di strutture turistiche a basso impatto ambientale. Il mare è azzurro cristallino, limpido e sicuro con fondali sabbiosi bassi e digradanti ideali per i bambini ed anche per chi non sa nuotare.
Il Parco ospita sia stabilimenti balneari ben attrezzati dove è possibile affittare ombrelloni e sdraio sia ampie zone di spiaggia libera.

Le spiagge che rientrano nel Parco costiero della Sterpaia sono situate in Località Perelli , Carlappiano, Mortelliccio , Il Pino, Carbonifera e Torre Mozza.
Da segnalare nei pressi di Carlappiano un delizioso chioschetto nella pineta , Il Nano Verde famoso per i suoi aperitivi, drink da gustare al tramonto in spiaggia godendosi le ultime ore di sole o direttamente in pineta seduti ai tavoli o lasciandosi dondolare sulle amache .

Qualche parola in più merita invece Torre Mozza che deve il suo nome all’antica torre del 1500 che sovrasta l’orizzonte, una costruzione in muratura di origine saracena che si immerge nel mare cristallino e che sorveglia un paesaggio selvaggio di dune sabbiose e canneti. Attualmente la torre ospita un relais di lusso ma in passato aveva la funzione di difendere e sorvegliare il carico dei minerali provenienti dall’Isola d’Elba divenendo poi successivamente un porticciolo per l’attracco delle imbarcazioni che portavano la lignite. Vale proprio la pena recarsi in questa spiaggia per un tuffo in un mare dalle acque sempre limpide e azzurre. Da Torre Mozza possiamo ammirare il golfo di Follonica delimitato a sinistra dal promontorio di Punta ala e a destra da quello di Piombino e nelle giornate limpide sembra quasi di toccare l’isola d’Elba , Montecristo, Cerboli e Palmaiola.

A circa trenta metri dalla riva, circa un metro sotto il pelo dell’acqua, si intravede una scogliera che corre parallela alla costa per centinaia di metri; alcuni identificano questa scogliera con un tratto dell’antica via Aurelia ma non è dato sapere se si tratta di una leggenda o se sia realmente così .La peculiarità di questo tratto di mare è che questa strada che affiora dall’acqua crea una sorta di piscina naturale che protegge dalle correnti marine e dalle onde e dove spesso è possibile avvistare facendo snorkeling alcuni pesci e altra fauna ittica come orate, spigole, polpi, saraghi e salpe.
Da segnalare soprattutto per i più piccoli la presenza tra Torre Mozza e Carbonifera di un piccolo parco divertimenti galleggiante in mare composto da piattaforme gonfiabili di varie dimensioni con percorsi , giochi e attività.

 

Cala Violina

A circa 40 minuti di distanza dalla Casa Vacanze è possibile visitare una delle spiagge più belle della Maremma : Cala Violina.

La spiaggia si trova nel cuore della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino in provincia di Grosseto ed è nota per le sue acque trasparenti e i fondali di rara bellezza. La spiaggia è chiara e composta da piccolissimi granelli di quarzo e deve il suo nome alla sabbia bianca e finissima che la contraddistingue, così particolare da riprodurre una sorta di suono di violino quando vi si cammina sopra a piedi nudi . Le sue acque sono limpidissime e lo stupendo panorama è completato dalla fitta e suggestiva macchia mediterranea che arriva fin sulla spiaggia. Questa baia è raggiungibile esclusivamente a piedi, a cavallo oppure in biciletta.