I parchi naturali sono un’enorme risorsa per il territorio costiero toscano e, nella zona che va da San Vincenzo a Piombino, se ne possono ammirare di bellissimi, ricchi di vegetazione e che accolgono molte specie di animali. Si possono svolgere attività all’aperto come il trekking o il cicloturismo, ma si può andare anche alla scoperta dell’antica tradizione mineraria della zona.

 

 

Oasi WWF Orti Bottagone

E’ situato in una suggestiva zona umida che si estende per circa 100 ettari di terreno, nei quali si trovano due paludi: Bottagone con acqua dolce ed Orti con acqua salmastra, dai quali nascono piante come il giglio d’acqua, l’orchidea palustre e il giunco. Vi vivono anche numerose specie di uccelli: il falco di palude, il cavaliere d’Italia e l’airone bianco maggiore sono solo alcune delle specie volatili che potrete ammirare durante la vostra passeggiata.

 

 

Il Parco naturale di Montioni

Si estende per circa settemila ettari tra la Valle del Cornia e del Pecora comprendendo, tra le altre, le località di Campiglia Marina, Piombino e Massa Marittima. Tra le zone più suggestive del parco, è possibile visitare il villaggio minerario risalente all’età napoleonica, voluto dalla sorella di Napoleone. Interessante anche dal punto di vista della fauna, in quanto questa parte boschiva accoglie tutte le specie animali più diffuse nel territorio maremmano.
Percorso del Parco naturale di Montioni
Il percorso parte ed arriva a Montioni per una distanza di circa 12 km. La durata prevista è di 4 ore a piedi e di 2 in mountain bike, tutti percorsi su sterrato e su sentieri, per una difficoltà media. Il dislivello è di circa 320 m.

 

 

Il Parco forestale di Poggio Neri

Si caratterizza per una vasta foresta collinare di settecento ettari, costituita per lo più da lecci e castagni, che da la possibilità di svago. Qui, infatti, è il posto ideale per svolgere attività come il trekking, il turismo equestre, la caccia e il turismo in bicicletta. Per agevolare gli ospiti del parco, sono stati creati degli appositi sentieri percorribili con la possibilità di dissetarsi nelle antiche fontanelle, restaurate e messe a disposizione della comunità.
Il percorso del Parco di Poggio Neri
Prevede Sassetta come punto di partenza e Podere La Cerreta come punto di arrivo, per un totale di 13,2 km. Durante le 4 ore a piedi, o 1 ora e 40 in mountain bike, potrete attraversare un percorso di circa 370 m di dislivello su strada sterrata, ma con un sentiero piuttosto agevole. La difficoltà è media.

 

 

Trekking ed escursioni

Il trekking è un’attività all’aria aperta tra le più popolari in circolazione. Esistono poche attività come questa, che uniscono il piacere di camminare, alla vista di paesaggi suggestivi.
La Costa degli Etruschi è uno splendido territorio per mettere in pratica questo esercizio.
Addentrandosi nella macchia mediterranea, sarà possibile osservare la flora e la fauna tipiche di questa regione.
Il tutto è agevolato dalla creazione di sentieri appositi, che permettono anche ai meno esperti di poter godere dell’ambiente e della tranquillità della zona.

  • Suvereto. Si parte e si arriva a Suvereto per una distanza complessiva di 18 km. Il tracciato è prevalentemente su sterrato, con brevi tratti di asfalto. Il dislivello dal punto di partenza, fino a quello di ritorno, è di circa 300 m. E’ un percorso di difficoltà media per il quale bisogna impiegare circa 6 ore a piedi e 2 e mezzo in mountain bike.
  • Promontorio di Piombino. Parte da Cala Moresca a Populonia, con una distanza complessiva di 15 km tra andata e ritorno. Il percorso di svolge per la maggior parte su sentieri e su strada sterrata, con una difficoltà media. Percorribile a piedi e in mountain bike.
    La durata stimata è di circa 5 ore e il dislivello è di circa 300 m di altitudine.
  • Parco costiero della Sterpaia. Partenza e arrivo dal parcheggio La Sterpaia per una distanza di 4 km. La durata è di 4 ore circa a piedi e di 1 ora e 40 in mountain bike, senza un dislivello rilevante, e su strade sterrate stabilizzate per il risultato di essere un percorso abbastanza facile.
  • Parco di Punta Falcone: situato tra il golfo di Salivoli e quello di Calamoresca, dove potrete camminare percorrendo itinerari ricchi di vegetazione, affascinanti soprattutto dal punto di vista paesaggistico.
    Nella parte più alta spicca l’Osservatorio Astronomico ed un piccolo museo con alcuni resti della Seconda Guerra Mondiale.